Pensi anche tu che la vita sia troppo breve per passarla a lavare i piatti? Bene, vuol dire che è proprio arrivato il momento di comprare una bella lavastoviglie.

Certo, poi può succedere che vai su un sito che vende elettrodomestici online oppure entri in un negozio specializzato e...ecco che ti assalgono i dubbi: quale compro? Meglio questo modello o quell’altro? E questa sigla che vorrà dire? Quale sarà la marca migliore?

Non preoccuparti. Mistercucina è qui apposta: seguendo alcune semplicissime indicazioni potrai scegliere la lavastoviglie che più si adatta alle tue esigenze, arrivando pronto/a all’acquisto di un prodotto di qualità ad un prezzo conveniente.

pila piatti
E allora partiamo da alcuni parametri di base: capienza, dotazioni e programmi sono le prime cose che devi valutare se stai decidendo di comprare una lavastoviglie. In genere le misure vanno dai 45 cm ai 60 cm di larghezza (la prima per circa 9 coperti, la seconda per 14 coperti), mentre l’altezza è di 82-87 cm.

Esistono poi due tipi fondamentali di lavastoviglie da incasso: a integrazione parziale e a integrazione totale. Le prime possono essere inserite all’interno di un mobile della cucina in modo che lo sportello della lavastoviglie rimanga visibile: in questo modello i comandi necessari per far partire la lavastoviglie saranno sul davanti, di modo da facilitare la visualizzazione.

Le lavastoviglie completamente integrate, invece, sono sempre inserite in un mobile della cucina e il pannello (uguale agli altri mobili) andrà a coprire interamente il frontale: i comandi saranno quindi posizionati sulla parte superiore dello sportello dell’elettrodomestico, visibili sono a pannello aperto. L’avvio del programma di lavaggio in questo caso si attiverà solo con la chiusura del pannello frontale.

Ma passiamo alle funzioni. Queste ultime sono tantissime e in costante evoluzione, ma solo alcune sono davvero utili. Vediamo quali:

  • Blocco di sicurezza dell’acqua: in caso di malfunzionamento si evitano i pericoli di allagamento della cucina
  • Livello di silenziosità: un basso livello di rumorosità è un fattore importante, soprattutto se la lavastoviglie si utilizza di notte.
  • Partenza differita: offre la possibilità di programmare il momento in cui far partire il lavaggio
  • Spie luminose: aiutano a ricordare le operazioni di manutenzione o semplicemente a visualizzare il tempo residuo del ciclo di lavaggio.
  • Regolazione del cestello: è la possibilità di regolare il cestello superiore in modo da adattare lo spazio interno della lavastoviglie in base alle proprie necessità.

P
er il resto una cosa importante da tenere sempre in mente è che il basso consumo di acqua e di energia elettrica sono le caratteristiche che indicano i modelli più efficienti di lavastoviglie per quanto riguarda i consumi. Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, infatti, i modelli di ultima generazione non consumano affatto più acqua di quanta ne serva per lavare i piatti a mano e, di fatto, limitano anche molto il consumo energetico.

Per cui, bando ai dubbi e
stop alle pile di piatti da lavare! 
Dai un’occhiata alla selezione di lavastoviglie presenti su Mistercucina e troverai il meglio che offre il mercato!