CENTINAIA DI PRODOTTI
IN PRONTA CONSEGNA
 
EVENTUALE INSTALLAZIONE
O RITIRO USATO
 
POSSIBILITA' DI AGGIUNGERE
3+ GARANZIA AGGIUNTIVA
 
PROMOZIONI E SCONTI
SU CENTINAIA DI PRODOTTI
 
PAGAMENTI SICURI CON
CERTIFICATO SSL
 
ASSISTENZA CLIENTI
SEMPRE DISPONIBILE
 
RESO E DIRITTO DI RECESSO
FACILE E IMMEDIATO

Come si pulisce il forno a microonde?

Come si pulisce il forno a microonde?
24 ottobre 2021 502 visualizzazioni 4 min di lettura

Come si pulisce il forno a microonde?

Come si pulisce il forno a microonde?

Il forno a microonde viene utilizzato quasi tutti i giorni, soprattutto dalle persone che lavorano o che hanno poco tempo a disposizione. Pur essendo un elettrodomestico multifunzionale e versatile, il forno a microonde a causa dell’utilizzo continuo tende a sporcarsi di grasso, schizzi di cibo ed incrostazioni che restano nelle superfici interne.

 

Inoltre a lungo andare potrebbe assorbire cattivi odori che restano all’interno o che si propagano nella cucina. Ecco perché è importante capire come si pulisce il forno a microonde in modo veloce ed efficiente, preservandone la pulizia ed anche il perfetto funzionamento.

Come pulire il forno a microonde con detergenti chimici

In commercio esistono detergenti specifici o anche detersivi per piatti che risultano particolarmente efficaci per la pulizia interna del forno a microonde.

 

Per usare i detergenti basta seguire le istruzioni riportate sulla confezione. Se invece opti per un detersivo per piatti, devi versarne qualche goccia in una ciotola piena d’acqua e poi collocarla per 5 minuti nel forno alla massima temperatura. Scaduto questo tempo rimuovi la ciotola, usando qualche protezione per non scottarti, e procedi alla pulizia interna con una semplice spugna. Il piatto girevole in vetro va invece rimosso e lavato a parte a mano o in lavastoviglie.

Come pulire il forno a microonde con prodotti naturali

Se hai un animo particolarmente “green” puoi tranquillamente pulire il forno a microonde con prodotti naturali, ottenendo ugualmente una pulizia approfondita ed accurata. Il bicarbonato e l’aceto sono preziosi alleati “multi-tasking” per diverse operazioni di pulizia in cucina.

 

Il bicarbonato, ad esempio, è utile sia per igienizzare le superfici che per eliminare residui ostinati che non vogliono sapere di andarsene. Se vuoi igienizzare il forno ti basta versare un paio di cucchiai di bicarbonato in un contenitore con mezzo litro di acqua, per poi lasciarlo scaldare per 5 minuti alla massima temperatura. La reazione fa fuoriuscire un vapore che, attaccandosi alle pareti del forno, cattura il grasso. Per completare l’operazione devi semplicemente passare una spugna bagnata all’interno. Per eliminare le incrostazioni devi creare un composto con bicarbonato ed acqua da strofinare energicamente sulle superfici. Per finire risciacqua ed asciuga con un panno morbido.

 

Passiamo ora all’aceto, altro ingrediente prezioso soprattutto se pulisci il forno con una certa frequenza. Prima di tutto rimuovi il piatto girevole di vetro che, come già indicato, va lavato a mano o in lavastoviglie. A questo punto versa ? di cucchiaio di aceto di vino bianco in un bicchiere pieno di acqua, da mettere nel forno per 5 minuti alla massima temperatura. Quando suona il timer aspetta un paio di minuti, affinché il vapore si depositi sulle pareti. Passa poi all’interno una spugna per rimuovere il grasso ed infine sciacqua con acqua ed asciuga con un panno in microfibra.

Cosa fare in caso di microonde incrostato?

Se non pulisci il forno a microonde con frequenza, o se non usi pellicole protettive né coperture quando scaldi o cucini i cibi, c’è il rischio che le pareti raccolgano incrostazioni ostinate e difficili da rimuovere. In tal caso bisogna passare alle maniere forti e mixare vari ingredienti per “convincere” lo sporco ad andare via.

 

Uno dei rimedi naturali più efficaci è rappresentato dal binomio aceto-limone. Metti nel forno un piatto con un limone tagliato ed un cucchiaio di acqua e lascialo scaldare alla massima temperatura per 5 minuti.

 

Solito procedimento: allo scattare del timer aspetta 2-3 minuti, in modo che il vapore si depositi sulle superfici per igienizzarle a fondo ed attaccare le incrostazioni. Rimuovi i residui con una carta assorbente o una spugna. Se le incrostazioni persistono ripeti l’operazione fino ad eliminarle del tutto. Per completare l’opera passa una spugna imbevuta di acqua e aceto, risciacqua ed asciuga con un panno in microfibra.

Come rimuovere i cattivi odori dal forno al microonde?

Se non pulito per molto tempo il forno a microonde può rilasciare cattivi odori. Nessun problema, anche in questo caso a disposizione ci sono diversi ingredienti naturali che vengono in nostro soccorso.

 

Basta lasciare nel forno per tutta la notte un contenitore pieno di bicarbonato. Al mattino è sufficiente pulire il piatto girevole e le pareti con un composto di acqua e bicarbonato; in alternativa puoi mettere nel forno un recipiente con acqua, un limone ed un’arancia tagliati a metà e farlo scaldare per 5 minuti alla massima temperatura. Puoi sostituire l’arancia ed il limone anche con fondi di caffè o caffè in polvere, il risultato sarà lo stesso ed i cattivi odori diventeranno un brutto ricordo.

Previous articolo:
Next articolo: