CENTINAIA DI PRODOTTI
IN PRONTA CONSEGNA
 
EVENTUALE INSTALLAZIONE
O RITIRO USATO
 
POSSIBILITA' DI AGGIUNGERE
3+ GARANZIA AGGIUNTIVA
 
PROMOZIONI E SCONTI
SU CENTINAIA DI PRODOTTI
 
PAGAMENTI SICURI CON
CERTIFICATO SSL
 
ASSISTENZA CLIENTI
SEMPRE DISPONIBILE
 
RESO E DIRITTO DI RECESSO
FACILE E IMMEDIATO

Piano cottura: meglio il piano a induzione o quello a gas?

Piano cottura: meglio il piano a induzione o quello a gas?
19 giugno 2020 50157 visualizzazioni 4 min di lettura

Piano cottura: meglio il piano a induzione o quello a gas?

Piano cottura: le risposte alle vostre domande

Qualche settimana fa abbiamo condiviso sulla pagina Facebook di Mistercucina un articolo del nostro sito sulle caratteristiche dei diversi piani cottura. Dopo qualche ora il post è stato letteralmente inondato di commenti, condivisioni, domande. Si va da chi ha voluto portare la sua esperienza fino agli utenti che hanno fatto delle domande ben precise.

piano cottura induzione opinioni

 

A incuriosire maggiormente i nostri follower è stato soprattutto il piano cotture a induzione, che continua ad avere sempre più estimatori.

Le curiosità e le domande che ci avete posto sono state davvero tante e a qualcuno abbiamo risposto direttamente. Ma, come succede nella frenesia dei social, si corre il rischio di lasciare inevasi dei dubbi o degli interrogativi.
Per questo, abbiamo pensato di raccogliere tutte le domande che ci avete fatto in questo articolo, sperando di rispondere in maniera esaustiva a tutte le vostre richieste e curiosità.

piani cottura induzione

Piano cottura a induzione con cappa integrata Elica 

 

Quanto consuma un piano cottura a induzione?

La domanda che avete posto con più frequenza è quella che riguarda i consumi energetici del piano cottura a induzione.
C’è chi si preoccupa di non avere la potenza necessaria a far lavorare più di un elettrodomestico insieme (cucina e forno o lavatrice e cucina, ad esempio) e chi non vorrebbe veder lievitare di parecchio la bolletta dell’energia elettrica.

Bene, possiamo affermare che, rispetto a un fornello a gas tradizionale, un piano cottura a induzione è più conveniente se consideriamo che la sua resa energetica arriva al 90% contro il 40-55% del fornello a gas, a causa della dispersione termica. 

Per avere una reale convenienza, però, è necessario utilizzare una pompa di calore e staccare definitivamente il servizio di gas metano, eliminando anche tutti i costi fissi.

 

Devo aumentare la potenza elettrica?

Riguardo alla necessità di dover aumentare la potenza elettrica nel caso di piano a induzione, naturalmente dipende da quante zone cottura si usano contemporaneamente, perché è facile superare i 3 kW classici.
Alcuni piani cottura consentono di limitare l’assorbimento massimo, proprio per evitare un distacco della corrente ma, per non correre rischi, è consigliato un aumento di potenza a 4,5 o addirittura 6 kW.
Per quello che riguarda i costi, dipende dal gestore di energia che avete scelto.

 

piano cottura induzione foster

Piano cottura a induzione con cappa integrata Foster

 

Con un piano a induzione devo cambiare le pentole?

Un’altra delle domande più frequenti che ci avete posto su Facebook è quella che riguarda la necessità o meno di usare pentole apposite per il piano a induzione. 

Ebbene sì: per cucinare con una cucina con piano a induzione è necessario che le pentole abbiano un fondo piatto e uno strato inferiore metallico, per riuscire ad attivare il campo magnetico. 

Questo non significa che devi buttare tutte le tue pentole, ma è importante che non siano di rame, terracotta, vetro, ceramica o alluminio. Per vedere se la pentola è adatta al piano a induzione puoi fare la prova con una calamita: se si attacca al fondo, allora puoi tenerla.

 

pentole per piani ad induzione

 

 

Come si pulisce un piano di cottura a induzione?

E veniamo alla pulizia, una delle attività meno amate da chi cucina. Il piano cottura a induzione è tutto liscio, quindi si pulisce in pochi secondi, senza dover scrostare manopole o griglie.

L’unica accortezza che bisogna tenere è quella di evitare di graffiarlo con spugne o prodotti troppo abrasivi. Se non ci sono incrostazioni basta anche un semplice panno in microfibra umido, altrimenti andrà bene anche del normale detersivo per i piatti. In caso di sporco incrostato, invece, meglio ammorbidirlo con dell’acqua e poi raschiarlo con l’apposito raschietto in dotazione.

 

prodotti pulizia franke

 

Se sei interessata ai prodotti per la pulizia dei piani cottura questo è il link per te: https://bit.ly/3es4cU4

 

 

Quali sono gli altri vantaggi del piano a induzione?

Oltre al design pulito ed elegante e alla facilità di pulizia, il piano cottura a induzione ha molti altri vantaggi. Proviamo a elencarne qualcuno:

 

Cuoce rapidamente

Cucinare su un piano a induzione significa dimezzare i tempi di cottura perché non c’è dispersione di calore e perché è possibile impostare diversi livelli di temperatura. Con la funzione booster presente in quasi tutti i modelli, si possono impostare anche i tempi di cottura. 

 

È più sicuro

Non essendoci fiamme né utilizzo di gas, va da sé che il piano a induzione sia più sicuro. Inoltre, la superficie in vetroceramica si mantiene fredda intorno alle pentole e riduce il rischio di scottature.

 

Impatto ambientale minimo

Per coloro che sono attenti anche all’ambiente, basti pensare che il piano di cottura a induzione non immette nell’aria anidride carbonica come quelli a gas, producendo un impatto ambientale di gran lunga minore.

 

Una cosa è certa e ce lo confermano i tanti commenti ricevuti: chi prova un piano a induzione non torna più indietro

 

piano cotture induzione opinioni

 

 

 

Previous articolo:
Next articolo: